Contenuto principale

FOTOGRAFI, STORICI DELL’ARTE E CITTADINI MONITORANO IL “PATRIMONIO IN COMUNE”

Il 30 gennaio parte il progetto del Comune di Palomonte e di altrospazio sulla documentazione del patrimonio dei paesi a rischio sismico.


Il sisma del 1980 ha lasciato a Palomonte le sue ferite ancora visibili, una parte importante del suo patrimonio storico-artistico è in rovina o coperto dalla polvere della cattiva ricostruzione. Per salvaguardare, valorizzare e mettere in sicurezza nella memoria e nelle coscienze dei suoi abitanti il patrimonio esistente, martedì 30 gennaio prenderà il via la collaborazione tra il Comune di Palomonte e altrospazio, un’equipe di fotografi con formazione storico-artistica e di professionisti della comunicazione editoriale, altamente specializzati e già da molti anni operativi nella documentazione e nella diagnostica del patrimonio culturale in tutta Italia.


Martedì 30 gennaio, alle 18.00, nella sala degli affreschi del Comune di Palomonte, verrà presentato il progetto PIC – Patrimonio In Comune, una dettagliata campagna di documentazione fotografica e video dei beni artistici, storici, immateriali del paese che è stato individuato da altrospazio per rappresentare l’Italia meridionale in un progetto ambizioso che mira a monitorare il patrimonio dei paesi a rischio sismico della nostra fragile Penisola. PIC- Patrimonio In Comune, nei prossimi mesi, con l’aiuto di finanziatori privati e una campagna di crowdfunding, si avvierà ad operare su tutto il territorio nazionale proponendo come modello il lavoro di documentazione già effettuato nel comune aquilano di Capistrello e quello in divenire di Palomonte.  

 

L’obbiettivo iniziale della collaborazione tra il comune salernitano e altrospazio prevede la partecipazione attiva dei palomontesi che dovranno indicare gli elementi del proprio patrimonio da inserire in una “capsula del tempo” che sarà trasmessa alle generazioni future. A coadiuvare il lavoro del 30 gennaio insieme a studenti, associazioni, animatori culturali, finanziatori privati e amministratori saranno Davide Franceschini e Federico Di Iorio, fotografi e storici dell’arte fondatori di altrospazio, che raccontano il progetto PIC – Patrimonio In Comune con queste parole: «L’immenso patrimonio che abbiamo ereditato è la sostanza della nostra identità e del nostro stesso futuro, ma è anche la nostra risorsa più a rischio, insieme al paesaggio e alle produzioni d’eccellenza. L’impossibilità di monitorare, restaurare, conservare, gestire e promuovere al meglio anche solo i beni concentrati nelle principali città, toglie alla grandissima rete dei piccoli e medi Comuni italiani la quasi totalità delle esigue risorse messe ogni anno a disposizione, esponendoli ancor più al rischio sismico, agli effetti del dissesto idrogeologico, dello spopolamento e di tutte quelle cause materiali e immateriali che concorrono a minarne la sopravvivenza e finanche i tentativi di rinascita.»

 

Alla prima “divisione dei compiti” tra esperti e cittadini seguirà il lavoro di documentazione dell’equipe che, nei prossimi mesi, fornirà alla collettività l’occasione di conoscere realmente e dettagliatamente il proprio patrimonio e, insieme, progettare azioni di valorizzazione e promozione.


 

 

0001


 

Palomontesi nel mondo

Il progetto "Palomontesi nel mondo" ha lo scopo di riallacciare i legami con tutte le persone che nel corso degli anni sono emigrate da Palomonte per sviluppare un programma di Erasmus Sociale che permetta lo scambio, culturale, formativo o lavorativo tra i residenti a Palomonte e i conterranei dislocati nel mondo.

Sul sito Palomontesi nel mondo si possono trovare ulteriori notizie sul progetto e consultare le varie sezioni dedicate alle storie degli emigrati, alle foto del paese, ai modi di dire  "I Cunt" e le ricette locali.

Chiunque tu sia, ovunque tu sia, Palomonte ti aspetta

palomontesi

Agri - Cultura

Agri - Cultura - mercoledì 20 dicembre, alle 18.30 nell'Aula Consiliare del Comune di Palomonte.

I nuovi piani operativi regionali. Ne discuteranno Franco Alfieri - Capo della segreteria del Presidente della Regione Campania per agricoltura, foreste, caccia e pesca.

Luca Cerretani, vice presidente della Provincia di Salerno, Alessandra Gallevi DG Politiche agricole alimentari e forestali della Regione Campania, Giovanni Caggiano - Presidente della Comunità Montana "Tanagro - Alto e Medio Sele" insieme ad Adriano Cervino - Consigliere delegato alla Comunità Montana del Comune di Palomonte e il parroco Don Angelomaria Adesso. Modererà l'incontro Mario Valiante - Presidente C.I.A

agri cultura

 

 

 

La Panchina Rossa anche a Palomonte

IMG 20171124 WA0018

Il 25 novembre è la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dalle Nazioni Unite nel 1999.

Lo scorso anno da Gli Stati Generali Delle Donne è stata lanciata la campagna di sensibilizzazione sulla violenza di genere "La Panchina Rossa" a cui il Comune di Palomonte ha deciso di aderire.

Alle ore 15.30 l'Amministrazione Comunale dipingerà di rosso una panchina del parco giochi nella frazione di Bivio.

Presentazione del progetto "Sussulti. Storie di terra e umanità"

23 Novembre definitivo 2

Giovedì 23 Novembre, alle ore 16.00, nell'Aula Consiliare del Comune di Palomonte, ci sarà la presentazione del Progetto "Sussulti. Storie di terra e umanità".

Il progetto ha l'obiettivo di dare al territorio un evento che possa segnarne il destino, farlo conoscere in Italia, promuovere un processo di abbellimento estetico e interazione sociale che lo renda meta di visita, luogo dell'impegno civico tra storia e memoria collettiva ed attrattore dei tanti talenti giovani e sconosciuti.

Il Comune di Palomonte sarà capofila e collaborerà con Italia Sicura - unità di missione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Fondazione MIdA - Ente pubblico partecipato dai comuni di Auletta e Pertosa, dalla Provincia di Salerno e dalla Regione Campania, l'Università Federico II di Napoli - Dipartimento di Architettura con cui il Comune di Palomonte ha sottoscritto "L' Accordo Quadro per attività di collaborazione scientifica e di supporto alla didattica" Delibera di Consiglio n. 21 del 28/09/2017; l'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano e l'Osservatorio Permanente sul Doposisma.

La cittadinanza è invitata a partecipare.